News

In questa sezione abbiamo inserito un notiziario che si aggiorna automaticamente in due diversi formati (Box di notizie ed elenco notizie).Se vuoi puoi mantenere queste risorse oppure sostituirle con i tuoi articoli.

Studio Cataldi - Notizie giuridiche, leggi e sentenze.

Animali in autostrada: chi paga i danni all'auto? (ven, 19 gen 2018)
di Sabrina Filosa - Chi paga i danni occorsi all'automobile in caso di incidente dovuto alla presenza in autostrada di animali selvatici? Alla domanda ha risposto la Cassazione, con la sentenza n. 11785/2017 sotto allegata. La vicenda Un automobilista conveniva in giudizio la Società di gestione dell'autostrada, innanzi al Tribunale di Milano, chiedendone la condanna al risarcimento dei danni non patrimoniali subiti in conseguenza del sinistro verificatosi mentre era alla guida di un'autovettura in un tratto autostradale. In particolare, l'uomo collideva contro un capriolo che aveva invaso la carreggiata proprio nel momento del suo passaggio. Il Tribunale di Milano accoglieva la domanda. Le sorti del giudizio venivano ribaltate in Corte d'Appello, la quale escludeva la responsab...
>> leggi di più

Arriva il conto corrente gratis per redditi bassi e pensionati (ven, 19 gen 2018)
di Gabriella Lax - Il conto base in banca sarà offerto senza spese ai consumatori con Isee (indicatore di situazione economica equivalente) inferiore a 11.600 euro ed ai pensionati con trattamenti non superiori all'importo lordo annuo di 18mila euro. Lo stabilisce un decreto ministeriale sul quale il Consiglio di Stato ha appena dato parere positivo (5/2018, sotto allegato). L'ispirazione è la direttiva europea 2014/92/UE del PE e del Consiglio del 23 luglio 2014 sulla comparabilità delle spese relative al conto di pagamento e sull'accesso al conto di pagamento con caratteristiche di base. In particolare, la direttiva, come si legge nel parere, «ha introdotto il diritto per tutti cittadini europei, nonché per coloro che soggiornano legalmente nell'Unione Europea, di aprire un conto base,...
>> leggi di più

Calcola il codice fiscale online (ven, 19 gen 2018)
Usa lo strumento di calcolo gratuito. Basta inserire pochi dati per ottenere il codice fiscale ricercato...
>> leggi di più

Eredità: il diritto ai beni in natura (ven, 19 gen 2018)
Avv. Laura Bazzan - L'art. 718 c.c. sancisce il diritto di ciascun coerede ad ottenere in natura la sua parte di beni mobili e immobili ereditari, salvo quanto previsto dalle successive disposizioni codicistiche. Detta norma esprime il principio fondamentale secondo cui, di regola, il coerede ha diritto a porzioni materiali della cosa comune, analogamente a quanto previsto, in generale, dall'art. 1114 c.c. per il condividente in ipotesi di scioglimento della comunione ordinaria. Dal combinato disposto degli artt. 718 e 727 c.c. si ricava come il diritto di ciascun coerede non implichi il conseguimento di una porzione di ciascun bene, bensì di una porzione composita formata da beni mobili, immobili e crediti, proporzionale per qualità e quantità alle rispettive quote ereditarie. In alt...
>> leggi di più

Mantenimento: versa l'assegno l'ex, giovane, in salute, che lavora in settore che non conosce crisi (ven, 19 gen 2018)
di Lucia Izzo - Non sfugge al pagamento dell'assegno di mantenimento l'ex marito giovane, in salute, che svolge la professione di idraulico, un settore che "non conosce crisi.Tanto si desume dall'ordinanza n. 769/2018 (qui sotto allegata) con cui la prima sezione civile della Corte di Cassazione ha respinto l'impugnazione promossa da un uomo in capo al quale, a seguito della pronuncia di separazione, era stato posto il pagamento dell'assegno di mantenimento in favore della ex moglie e dei figli minori.La Corte d'Appello aveva confermato le statuizioni economiche dopo aver valutato le condizioni soggettive del coniuge obbligato (giovane, in salute, di professione idraulico) e ritenendo non credibili la sua situazione di disoccupazione e le dichiarazioni dei redditi presentate. Il giudice er...
>> leggi di più

Il ricorso al Prefetto per impugnare una contravvenzione. Guida con fac-simile (ven, 19 gen 2018)
di Giovanna Molteni - La persona fisica o giuridica che riceve la contestazione o la notificazione di un verbale di accertamento di infrazione alle norme del Codice della Strada e che ritiene infondato l'accertamento della violazione o che rileva l'esistenza nel procedimento sanzionatorio di un vizio di legittimità che lede i suoi diritti, può proporre ricorso al Prefetto (Vedi: Il modello di ricorso al Prefetto per impugnare una contravvenzione.). Il ricorso al Prefetto per violazioni al Codice della Strada Il ricorso al Prefetto è alternativo al ricorso al Giudice di Pace e deve essere proposto nel rispetto delle modalità e dei termini di cui agli articoli 203 e seguenti del Codice della Strada. Tale ricorso non richiede il pagamento di alcuna cauzione e può essere presentato solo se l...
>> leggi di più

Cassazione: il genitore disoccupato non è esonerato dall'obbligo di mantenere i figli (gio, 18 gen 2018)
Lo stato di disoccupazione del genitore tenuto a corrispondere l'assegno di mantenimento non costituisce un giusto motivo per non adempiere a tale obbligo. L'obbligo di mantenimento dei figli Difatti, a seguito della separazione personale dei coniugi, sia consensuale che giudiziale, i figli hanno diritto al mantenimento; mantenimento che deve essere tale da garantire un tenore di vita proporzionato alle risorse economiche dei genitori ed analogo, per quanto possibile, a quello goduto quando il nucleo familiare era unito. Ai sensi dell'art. 147 c.c., rubricato "Doveri verso i figli": "Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l'obbligo di mantenere, istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, secondo quanto...
>> leggi di più

Multe via pec: in Gazzetta il decreto (gio, 18 gen 2018)
di Valeria Zeppilli – Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'apposito decreto del Ministero dell'interno (qui sotto allegato), la notifica delle multe in maniera telematica tramite posta elettronica certificata è ora realtà. Con la trasmissione via p.e.c., in altre parole, il verbale di contestazione è a tutti gli effetti un atto notificato e conoscibile dall'automobilista, che non potrà eccepire di non aver controllato la propria casella e, quindi, di non averla ricevuta. Tempi per la notifica I tempi per la notifica restano gli stessi già previsti dal codice della strada. A tal fine la spedizione, per gli organi di polizia, coincide con il momento in cui viene generata la ricevuta di accettazione e la notifica con il momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta ...
>> leggi di più